(+39) 0432 955377 info@flysolartechsolutions.com

Fly Solartech è pronto a salpare per una nuova avventura, questa volta in compagnia della skipper Francesca Komatar.

Francesca nasce nel 1986 a Muggia, cittadina marittima vicino a Trieste, e, proprio crescendo in questo ambiente dove la cultura del mare è molto forte, sviluppa la sua passione per la vela.
Fin da subito riesce a ottenre grandi risultati a bordo del suo Optimist sia a livello locale che a livello nazionale, poi, nel 2000, decide di passare a imbarcazioni più grandi partecipando al Campionato Mondiale femminile classe Snipe e vincendo il titolo mondiale juniores femminile.
Grazie ai suoi successi Francesca continua con perseverante dedizione ad alimentare la sua passione per la vela, gareggiando in numerosi campionati e prendendo parte a ogni regata del circuito italiano.
Vince molte ranking list nazionali femminili e diversi titoli nazionali, fino a quando arriva per lei il momento di puntare ancora più in alto: i Giochi Olimpici.

Per parteciparvi Francesca scglie il doppio 470 nel ruolo di timoniera, per il quale i suoi sforzi aumentano sempre di più, sia in mare che in terra, per raggiungere ottimi successi anche a livello mondiale.
Nel corso dei primi mesi del 2018 ha preparato una nuova barca, il proto “Corto” ITA 734, con cui affronterà la qualifica per la Mini Transat 2019. Quest’ultima è una gran prova di coraggio in quanto consiste in una traversata transoceanica di circa 4000 miglie marine con partenza dal porto di La Rochelle in Francia, prima tappa a Gran Canaria (Spagna) e infine arrivo sulle coste caraibiche di Le Marin in Martinica. Il tutto a bordo di un’imbarcazione di soli 6.50 metri, senza contatti con la terraferma e avendo a disposizione solo un GPS di posizione e una radio VHF.

Proprio in questa grande impresa la accompagnerà l’energia di Fly Solartech. Al fine di essere autonoma energeticamente Francesca utilizzerà a bordo del Corto tre pannelli fotovoltaici semiflessibili da 100W SGM a 7 strati, per un totale di 300W. Questa particolare tipologia di panelli è stata studiata per sopportare al meglio le alte temperature, gli agenti chimici, gli sbalzi elettrici e le radiazioni altamente energetiche, mantenendo comunque un alto grado di efficienza. Tutto ciò è possibile grazie alla particolare struttura dei panelli a 7 strati, l’ultimo dei quali in ETFE, ovvero un polimero plastico a base di fluoro che permette di avere un’ottima resistenza chimica e meccanica ed essere anche anti-riflesso. Questi pannelli cercano inoltre di ottenere performance ancora migliori grazie alle celle fotovoltaiche SunPower di grado A ad alta efficienza.


Fly Solartech seguirà Francesca Komatar nelle sue future avventure, la sostiene nelle sfide con tutta l’energia di cui ha bisogno e invita i lettori a scoprire di più su di lei visitando il sito www.francescakomatar.it.